iPhone bloccato: ecco Tenorshare ReiBoot, che risolve tutti i problemi!

Il nostro iPhone diventa spesso un vero e proprio contenitore di tutti i nostri dati personali. Dalle foto ai messaggi, dai video ai numeri di telefono, di cui spesso non ricordiamo a memoria nemmeno quello del partner, perdere tutto il contenuto specialmente in un momento critico può essere terribile per qualunque utente.

Purtroppo, non sono rari i casi in cui iPhone rimane bloccato e non riusciamo a sbloccarlo con le manovre più comuni come il riavvio forzato: per queste situazioni possiamo rivolgerci ad un Apple Store, che però fornisce l’appuntamento diversi giorni dopo la richiesta, oppure possiamo tentare lo sblocco con un programma specifico come Tenorshare ReiBoot, che permette di risolvere la maggior parte delle situazioni di blocco dell’iPhone.

Tenorshare ReiBoot: come funziona

Il programma ha un funzionamento, in generale, molto semplice.

Nel momento in cui iPhone è bloccato, è sufficiente collegarlo al computer sul quale sarà stato nel frattempo eseguito il programma: in questo modo sarà possibile attendere il riconoscimento del dispositivo che ReiBoot, a differenza di iTunes (che non vede, solitamente, dispositivi bloccati) riuscirà a riconoscere, indicandone anche le caratteristiche come il modello e la versione del sistema operativo che monta.

Effettuato quindi il riconoscimento, sarà possibile indicare manualmente qual è il problema che si è presentato, oppure sarà possibile farlo capire automaticamente al programma; la prima scelta rende la soluzione più veloce, mentre la seconda richiede un’analisi più approfondita del problema, tra l’altro ricercata anche online (quindi ci vuole una connessione attiva), che permette di individuare la causa del blocco.

A questo punto le cose cambiano a seconda della causa del blocco stesso: se per questa è sufficiente un riavvio, oppure l’ingresso nella modalità di recupero da un ripristino precedente (consigliamo di eseguire il programma sul computer sul quale normalmente si esegue anche iTunes), lo sblocco verrà risolto e, dopo il riavvio, il telefono risulterà nuovamente funzionante.

Quando, invece, si richiede un ripristino completo, il programma farà in automatico tutte le operazioni necessarie: per prima cosa scaricherà la versione aggiornata del firmware dal sito Apple, quindi la installerà sul telefono bloccato (naturalmente se avevamo già l’ultima versione il download non ci sarà) e, per ultima cosa, verrà effettuato il riavvio con il conseguente sblocco.

Attenzione, però: questa procedura potrebbe formattare l’iPhone a seconda di qual è il problema, e questo significa che se è possibile eseguire un ripristino prima della formattazione il programma lo farà in automatico, ma se il problema fosse tale da impedire il backup, ad esempio nel caso di un iPhone bloccato di cui non conosciamo il codice di sblocco, questo non verrà effettuato. Per questo motivo è sempre importante eseguire comunque backup periodici di iPhone con iTunes.

In ogni caso, arrivato al termine della procedura il programma permetterà di utilizzare nuovamente l’iPhone (la procedura potrebbe richiedere, nel totale, anche più di un’ora) risolvendo così, in modo più o meno “pesante” a seconda della causa dello sblocco, il problema principale e permettendo di utilizzare di nuovo il nostro devide.

ReiBoot è disponibile in versione gratuita di prova, con funzionalità limitate, oppure con la licenza completa.