Come sbloccare il cellulare dopo aver dimenticato la password

Come sbloccare il cellulare

Ormai si è soliti cercare di proteggere il proprio smartphone e la propria privacy utilizzando un pin o una password. A meno che non rientrate in quella categoria di persone che scelgono password e sequenze semplicissime, se non addirittura elementari, tanto da essere facilmente indovinate da amici e parenti, la maggior parte tende invece a elaborare combinazioni e pin talmente complessi che poi diventa un problema ricordarli anche da colui che li ha creati. Alzi la mano chi non si è trovato, almeno una volta, nella situazione di dire: Caspita, ho dimenticato la password del mio cellulare! Scommetto quasi tutti ma non c’è da preoccuparsi perché esistono dei metodi semplici per sbloccare il telefono mobile Android.

  1. Sbloccare il proprio dispositivo Android con il reset di fabbrica
  2. Sbloccare il proprio device Android o iPhone con l’app Dr.Fone

Come sbloccare il proprio dispositivo Android con i reset di fabbrica?

Resettare lo smartphone è uno dei metodi più drastici anche perché con questa operazione si cancellano tutti i dati in esso contenuti e si riporta il dispositivo allo stato originario. Per questo motivo, prima di iniziare con questa operazione, è consigliabile collegare lo smartphone al pc tramite cavo USB per salvare su quest’ultimo dati, immagini e documenti importanti contenuti nello smartphone.

  • Eseguito il salvataggio dei propri dati su pc si può procedere con il reset spegnendo lo smartphone. Il ripristino ha inizio premendo contemporaneamente il tasto di accensione del dispositivo mobile e quello superiore del bilanciere del volume;
  • Dopo qualche secondo apparirà un menù dal quale occorrerà selezionare la voce Wipe data/Factory reset. Per muoversi tra le varie voci occorrerà utilizzare il bilanciere del volume e una volta evidenziata la voce su menzionata per selezionarla basterà premere il tasto di accensione/spegnimento dello smartphone;
  • Nello stesso modo e utilizzando gli stessi tasti andrà confermata l’operazione selezionando yes.

Il processo di ripristino può avere una durata variabile che va da qualche minuto ad alcune ore. Al termine apparirà una schermata nera con un tasto blu dalla quale andrà selezionata la voce Reebot system now. Concluso così il procedimento si potrà accedere al dispositivo come si fa di solito.

Come sbloccare il proprio device Android o iPhone con l’app Dr.Fone?

Ebbene, esiste un metodo molto più semplice e meno invasivo per sbloccare il proprio smartphone grazie all’app Dr.Fone da scaricare sul proprio pc.

  • Una volta scaricata e installata l’applicazione sul computer dalla schermata iniziale del software va selezionata la voce Sblocca, grazie alla quale potranno essere rimossi tutti i blocchi presenti sul dispositivo: pin, password e impronte digitali;
  • Collegato il cellulare al pc tramite cavo usb, bisogna entrare in modalità download. Per fare ciò basta spegnerlo e premere contemporaneamente sulla parte bassa del bilanciere del volume, sul tasto home e su quello di accensione/spegnimento;
  • A questo punto basta premere sul tasto che generalmente utilizziamo per alzare il volume per entrare nella modalità download e permettere al dispositivo mobile di scaricare il pacchetto di ripristino;
  • Ultimato il download verranno automaticamente rimosse le password di blocco dello schermo.

Come sbloccare il cellulare

Le tecniche appena elencate rappresentano due diversi metodi per unlock cellulare con la differenza che il secondo è decisamente più semplice, veloce e meno invasivo rispetto al reset di fabbrica. Che senso ha quindi procedere con il reset se, grazie a Dr.Fone, si può raggiungere lo stesso risultato senza compromettere irrimediabilmente dati, documenti e cartelle contenute nello smartphone? La risposta la lascio a voi anche se è abbastanza ovvia.