App senza jailbreak: ecco come installarle su iPhone e iPad anche su iOS 10

Da un po’ di tempo non sentiamo più parlare del jailbreak, relativamente ai nostri iPhone. Questo perché Apple, costantemente, aumenta la sicurezza delle varie versioni dei sistemi operativi, e questo porta a rendere difficile realizzare nuovi jailbreak. Al momento è possibile effettuare il jailbreak fino al sistema operativo iOS 9, mentre per il nuovo e recente iOS 10 non abbiamo alcuna notizia in merito.

Nonostante questo, però, alcune applicazioni si possono installare, tramite uno stratagemma, anche senza avere il jailbreak: parliamo di applicazioni che normalmente si possono trovare solo su Cydia, come iFile, e che vanno trovate in internet (sotto forma di .ipa o di .deb) per poterle installare anche senza avare il jailbreak. In questa guida scopriamo come fare.

Cydia Impactor

La prima cosa da fare è quella di scaricare un programma che si chiama Cydia Impactor, e che serve, ad iTunes aperto, ad installare queste applicazioni sul nostro dispositivo quando l’iPhone o l’iPad sono connessi tramite connessione USB, via cavo.

Cydia Impactor si scarica da qui, e l’autore è lo stesso di Cydia, Saurik, Jay Freeman. Al buon Saurik bisogna però dare fiducia, per completare questa operazione. Ad un certo punto, quando si installa il programma, bisogna fornire Apple ID e password, che dobbiamo inviare ad Apple ma vanno inseriti in Cydia Impactor. Ad oggi non abbiamo avuto segnalazioni che qualche hacker si sia intrufolato nell’account di nessuno, quindi il procedimento si può considerare sicuro (l’ho fatto anch’io), ma bisogna sempre pensare bene a quello che si fa, senza attenuanti: la responsabilità è la nostra.

cydia-impactor

Comunque, a parte Cydia Impactor abbiamo bisogno del file di installazione dell’app che ci interessa, che si trova in internet in uno dei due formati che abbiamo scritto prima.

  • La prima cosa da fare è quella di aprire iTunes, e di sincronizzare il dispositivo con il computer. Aspettiamo la fine della sincronizzazione, ed eventualmente del backup, e poi apriamo Cydia Impactor che abbiamo scaricato prima.
  • Il device dovrebbe essere già collegato, per cui basta aspettare un attimo che il programma lo riconosca; quando nella finestra principale sarà indicato il modello di iPhone o iPad che abbiamo, possiamo procedere con l’installazione.
  • Spostiamo quindi l’applicazione (il file), con il mouse, sulla finestra principale del programma, ed inizierà l’installazione; ad un certo punto ci verranno chiesti Apple ID e Password, senza le quali non potremo proseguire. Inseriamole e il procedimento sarà concluso.
  • A questo punto, sul dispositivo vedremo l’app installata, che però ancora non si aprirà: infatti dobbiamo prima entrare in Impostazioni, quindi Generali e poi Certificati.
  • Troveremo un certificato a cui dovremo dare l’autorizzazione, e lo sviluppatore saremo noi (sarà il nostro nome). Autorizziamolo e potremo usare l’app per una sola settimana, dopo la quale dovremo nuovamente eseguire questo procedimento, comunque molto veloce.

E’ un buon modo per avere a disposizione app non più presenti su App Store o app che sono presenti solamente su Cydia, come ad esempio iFile: in questo modo non è garantito il funzionamento di tutte le app, ma comunque poterle installare anche senza jailbreak, seppur limitate in senso temporale e di funzionalità, è comunque un’ottima cosa.