Come giocare ai giochi in Realtà Virtuale per Oculus Rift su iPhone!

Se avete curiosità di provare la Realtà Virtuale, cioè di trovarvi completamente immersi all’interno di un gioco, generalmente bisogna sborsare cifre piuttosto alte per acquistare hardware, come Oculus Rift oppure HTC Vive, che consentano di giocare a questo tipo di prodotto.

Ma se non volete spendere oltre 500 euro, esiste una soluzione di “ripiego” che permette al vostro iPhone di funzionare come un visore per la realtà virtuale e giocare anche ai giochi di questo tipo: tutto ciò di cui c’è bisogno è il visore Google Cardboard, un supporto disponibile in vari materiali che consente di inserire all’interno il telefono permettendo così di entrare nella Realtà Virtuale.

Ci sono diverse app pensate specificamente per il visore, ma per giocare ai giochi per computer è necessario utilizzare un’app specifica, che consenta di portare sullo schermo del nostro iPhone i giochi pensati per computer.

Per poterlo fare c’è bisogno da un lato dell’app (o, meglio, delle due app) che consente di farlo, dall’altro servono invece i giochi, che sono a tutti gli effetti quelli pensati per il computer.

Trinus

Trinus è il client che permette, di fatto, di giocare ai giochi presenti su Steam senza acquistare i costosi Oculus o HTC Vive.

Poiché in questi dispositivi il gioco gira sul computer, e non sul visore in sé, è possibile sostituire il visore proprio con il nostro iPhone, grazie all’app, che è composta da due parti:

L’applicazione è gratuita, ma consente di giocare solamente per 10 minuti, prima di interrompersi, e serve soprattutto a provare le potenzialità che si potranno portare al loro massimo con la versione completa, che costa 9 euro. In questo modo sarà possibile giocare quanto vogliamo, posto che il computer e l’iPhone rimangano connessi alla stessa rete Wi-Fi.

I giochi in Realtà Virtuale

Trinus è ottimizzato per il sistema SteamVR, per cui i giochi vanno necessariamente acquistati da questa piattaforma online e funzionano senza alcuna ottimizzazione ulteriore, perché non c’è necessità di installare programmi aggiuntivi per poter giocare in 3D.

Chiaramente ci sono dei limiti, legati soprattutto al sistema di controllo: poiché il Cardboard non ha praticamente alcun comando (se non un solo tasto per prendere delle decisioni) alcuni di questi giochi sono compatibili, altri non lo sono (nel senso che funzionano senza problemi, ma poi non si possono controllare a meno di avere dei controller esterni).

Questo significa che bisogna scegliere con attenzione i giochi da provare, con questo sistema, e nel caso saremo costretti a giocarli davanti al computer, con la tastiera; questo non toglie nulla al funzionamento della procedura, ma nel complesso rovina un po’ l’esperienza della Realtà Virtuale.

I giochi non predisposti per il 3D

Per giocare con il visore anche a giochi non predisposti per il 3D, il consiglio è quello di utilizzare Vorpx, un programma che consente di rendere in 3D i giochi che normalmente non lo sono.

E’ un’ottima soluzione, se non per il problema del prezzo, che è di circa 40 euro, e non c’è possibilità di provarlo in versione demo; tuttavia quest’ultima opzione non è indispensabile per godere appieno delle potenzialità di iPhone.