Ricarica iPhone: 3 soluzioni alternative che non conoscevi

 

Quando dobbiamo ricaricare il nostro iPhone, solitamente utilizziamo il cavo di ricarica integrato nella confezione che permette di trasferire l’energia elettrica fino al nostro dispositivo.

Per essere sicuri, però, di non rimanere mai senza carica, dobbiamo portarlo sempre con noi, anche se acquistiamo una batteria esterna: se non lo facciamo, infatti, rischiamo di rimanere senza batteria e non poter ricaricare il telefono.

Quello che molti non sanno, però, è che anche la tecnologia della ricarica degli iPhone è andata avanti e, sebbene in modo non ufficiale, ad oggi è possibile utilizzare una serie di metodi di ricarica alternativi al classico cavo Lightning, che rendono possibile migliorare le funzioni di iPhone.

Vediamo quindi quali sono questi metodi alternativi (che comprendono anche la ricarica Wireless) che si possono utilizzare, anche se Apple al momento non li riconosce come ufficiali.

Il cavo portachiavi

Iniziamo con un cavo di ricarica molto particolare. Si tratta di per sé di un cavo classico, composto da un ingressi USB ed un ingresso lightning da collegare all’iPhone.

La particolarità di questo accessorio sta nella sua struttura: in pratica, è un portachiavi che si apre a metà per rivelare i due connettori, e il vantaggio è il fatto di poter portare un cavo di ricarica sempre con noi senza però doversi portare un ingombrante e fastidioso filo, e senza il timore di poterlo lasciare da qualche parte.

E’ compatibile con qualsiasi trasformatore e con qualsiasi computer, tramite l’ingresso USB, e può essere anche collegato ai caricabatterie da auto; il collegamento, purtroppo, è un po’ corto ma è un limite al quale dobbiamo sottostare per avere un accessorio così compatto.

Il cavo portachiavi proposto da Avantree si può acquistare da questa pagina di Amazon:  Prezzo Amazon: EUR 14,99

Ricarica Wireless per iPhone

 

I Mac hanno, da qualche anno (anche se a dire il vero l’hanno perso nell’ultimo modello) un aggancio magnetico per la ricarica del dispositivo. Una soluzione utile e comoda, che permette di evitare di cercare sempre il foto per inserire il dispositivo (risolvendo nello stesso tempo il problema delle mancanze di contatto che rischierebbero di non far ricaricare l’iPhone).

Ma non solo: se quando si ricarica il telefono, malauguratamente, colpiamo il cavo, si evita che l’iPhone possa cadere per terra: con il cavo magnetico, infatti, il filo si stacca e il telefono rimane dov’era.

L’accessorio si compone da un piccolo aggancio da inserire nel foto lightning di iPhone, e dal cavo vero e proprio; queste due parti si agganciano semplicemente tramite una calamita, ed avviene la ricarica del dispositivo, per avere un’utile funzione in più.

Da notare che il metodo va bene per la ricarica, ma non per il trasferimento dei dati per il quale è necessaria la ricarica tradizionale.

Per acquistarlo si può visitare questa pagina di Amazon:  Prezzo Amazon: EUR 10,99

iSmart sistema di sicurezza domestico

Terminiamo con questo accessorio che, in pratica, permette la ricarica wireless di iPhone.

Si tratta di una piccola piattaforma che si mette tra l’iPhone e la custodia (così non si vede), inserendolo nel connettore Lightning. Per usare l’accessorio è necessaria una base di ricarica, su cui l’iPhone va appoggiato per rendere effettiva la ricarica Lightning: quando si appoggia, senza collegare nessun filo, la base passa l’energia all’accessorio che ricarica il telefono, avendo così la ricarica wireless senza alcun compromesso.

Se siete interessati, si può acquistare da questa pagina di Amazon:  Prezzo Amazon: EUR 8,99