iMyFone D-Back: il miglior programma per il recupero di dati persi da iPhone e iPad!

I nostri iPhone e iPad contengono un grandissimo quantitativo di dati personali che ci riguardano, e che aggiungiamo costantemente, ogni giorno. Non sono solamente dati “sensibili”, come quelli economici, ma anche dati importanti per noi dal punto di vista emotivo, come ad esempio le fotografie oppure i video.

Perdere questi dati sarebbe una cosa terribile, ma purtroppo gli imprevisti possono capitare. In questi casi, per fortuna, possiamo ricorrere per recuperare i nostri dati a specifici programmi per il recupero, e oggi vi presentiamo iMyFone D-Back, uno dei migliori nella sua categoria, che i lettori di Caotic possono ottenere con uno sconto esclusivo!.

iMyFone D-Back: come funziona

Il programma, che si deve installare sul computer, sullo stesso in cui utilizziamo iTunes, permette di recuperare i dati a partire da un iPhone che ha problemi di avvio. E’ sufficiente che il telefono si accenda (insomma, non deve essere completamente “morto”) perché il programma è in grado di recuperare anche se il telefono rimane bloccato sulla schermata della mela.

Le cause di blocco del telefono, per cui il programma può essere d’aiuto, sono diversi, e comprendono il fallito aggiornamento di iOS, un jailbreak che non ha funzionato a dovere, un errore di iPhone, diversi bug che Apple non ha ancora provveduto a risolvere.

Prima di iniziare dovremo indicare al programma qual è il problema che si è presentato, così che possa tentare un tipo di recupero diverso.

In tutti questi casi, una volta collegato iPhone al computer, è possibile procedere con il recupero dei dati. Ma se l’iPhone non si accende abbiamo comunque altre due possibilità: quella di tentare un recupero dall’ultimo backup di iTunes, e quella di provare con il backup di iCloud, anche se questo implica che uno dei due backup sia stato precedentemente attivato.

L’app consente di recuperare la maggior parte dei dati presenti su iPhone e iPad; a partire dalle foto e dai video passando per i preferiti di Safari, gli appuntamenti del calendario, i promemoria vocali, le note, gli SMS, il registro delle chiamate e i contatti; non manca il supporto nemmeno per le app che non sono native di iOS, quindi Whatsapp, WeChat, Viber e altre applicazioni per la messaggistica istantanea.

Una volta scelto qual è il tipo di file che si vuole recuperare, possiamo procedere con il recupero vero e proprio; l’app inizierà a scansionare il dispositivo, cercando tutto quello che riesce a recuperare.

A differenza dei programmi che lavorano su Windows, quelli che cercano in iOS riescono generalmente a recuperare tutti i dati a cui hanno accesso, non importa quanto siano vecchi.

Passato il tempo necessario per individuare i file potremo vedere quali è possibile recuperare, quindi selezionare quelli che vogliamo per salvarli in una cartella sul computer e, nel caso, inserirli nuovamente in seguito su iPhone o iPad, dopo la risoluzione del problema.

Lo sconto esclusivo per iMyFone D-Back

Come abbiamo detto all’inizio, per i lettori di Caotic è disponibile uno sconto esclusivo del 20% per l’acquisto del programma: per usufruirne è sufficiente scaricare l’applicazione e, prima di procedere con il pagamento, inserire il codice IMYF-IFEG-DQOK quando richiesto.