I migliori Hoverboard in commercio: ecco come sceglierne uno

Se diamo uno sguardo al mondo tecnologico che esula dall’ambiente Apple, una delle innovazioni più interessanti degli ultimi anni è l’hoverboard. Si tratta di un particolare prodotto che serve ad evitare di camminare, un po’ come succedeva con i “vecchi” monopattini, perché si muove grazie a due ruote ma noi non muoviamo le gambe per spostarci.

L’hoverboard ha ottenuto un successo così grande che ne sono stati prodotti anche una serie di accessori che consentono addirittura di trasformarlo in prodotti diversi: per vederli, clicca qui.

Come scegliere un hoverboard

Questo prodotto è completamente nuovo nella scena tecnologica, per cui può essere difficile capire come sceglierlo e quali sono le caratteristiche da prendere in considerazione.

In questo articolo andiamo ad analizzare diversi parametri, da tenere in considerazione quando si effettua la scelta.

L’autonomia della batteria

Trattandosi di un mezzo di trasporto elettrico, è importante che riesca a trasportarci per un periodo di tempo importante.

La durata della batteria di un hoverboard non è altissima, e va da minimi di mezz’ora a massimi di un paio d’ore, vista la dimensione necessariamente piccola della batteria di cui il dispositivo è dotato.

Da questo punto di vista molto dipende dal nostro utilizzo dell’hoverboard, la cui durata deve essere almeno proporzionale alle nostre necessità

La velocità

Anche la velocità è un parametro molto importante da prendere in considerazione quando si sceglie un dispositivo del genere.

La velocità degli hoverboard è di solito quella del passo d’uomo, per cui si rimane intorno ai 5-10 Km/h, ma esistono anche dei modelli che permettono di raggiungere velocità di 20 Km/h.

Di solito, poiché si usa per muoversi in città, non c’è necessità di velocità altissime, ma dalla velocità dipende il tempo che impiega a portarci a destinazione.

La sicurezza

Gli hoverboard sono fatti per essere sicuri e per mantenere costantemente l’equilibrio in base alla pressione dei nostri piedi; inoltre è semplicissimo appoggiare il piede per terra per fermarsi, per cui di solito non ci sono problemi di sicurezza (anche se è opportuno indossare degli indumenti protettivi come un casco e le ginocchiere quando si utilizza).

Nella scelta, è sconsigliato optare per hoverboard che raggiungano velocità troppo alte, specialmente se lo utilizzano anche dei bambini, perché le conseguenze potrebbero non essere piacevoli.

Il tempo di ricarica

Parallelamente alla durata della batteria è molto importante considerare il tempo necessario per la ricarica del dispositivo.

Infatti, generalmente per caricarlo ci vogliono due ore, ma alcuni modelli possono superare le quattro; questo potrebbe essere un problema se, per esempio, lo si usa per andare al lavoro e tornare a casa, caso in cui la durata della batteria non a completa ricarica non sarebbe sufficiente per le nostre necessità.

Il peso

Infine, non bisogna mai dimenticare di tenere sotto controllo il peso, da cui dipende la trasportabilità dell’hoverboard.

Se, infatti, questo è troppo pesante sarà difficile spostarlo anche solo a dentro a fuori l’edificio in cui dobbiamo portarlo. E considerando che sono piuttosto pesanti, da 10 a 15 chili mediamente, il trasporto può essere difficoltoso, specie per qualcuno, quindi bisogna considerare bene questo aspetto.