I giochi per iPhone sono di vario tipo. Esistono dei giochi con la G maiuscola, generalmente giochi che qualche anno fa sono comparsi su console e che sono stati successivamente esportati sui dispositivi iOS, e ci sono giochi nati esplicitamente per i dispositivi mobile che fungono da passatempi.

E il titolo di cui vi parliamo oggi, Agar Agar, è un passatempo perfetto perché si impara in due minuti, è conpletamente gratuito (con un unico acquisto in-app per rimuovere la pubblicità comunque non invasiva) e ci permette di passare qualche minuto mentre stiamo magari aspettando di entrare al lavoro o a scuola. Un gioco simpatico e senza troppe pretese.

Lo scopo del gioco, come si apprende dall’unica istruzione presente all’inizio del gioco, è quello di muovere un piccolo pallino nero. Il movimento si svolge toccando in un punto, e il pallino si sposterà automaticamente in quella direzione. Ma non saremo soli: saremo circondati da tanti pallini, piccoli, che girano per conto proprio.

Se, spostandoci, toccheremo un pallino più piccolo di noi, lo ingloberemo, mentre se ne toccheremo uno più grande di noi perderemo all’istante. Scopo del gioco è quindi quello di riuscire a toccare quanti più pallini piccoli possibile, per crescere quanto più possibile.

Ma la difficoltà sta nel fatto che anche gli altri cerchietti colorati, muovendosi, si ingloberanno a vicenda, pertanto cresceranno anche loro, proprio come noi, e ad un certo punto avremo una mescolanza di pallini grandi e piccoli che renderanno difficile proseguire più di tanto: una specie di lotta per la sopravvivenza, in uno stile minimal e colorato, per quanto semplicissimo.

Mancanza del gioco è invece l’assenza di qualsivoglia tipo di obiettivo che avrebbe invogliato a proseguire; unica cosa è l’integrazione con Game Center, che permette di impostare i propri punteggi e di sfidare gli altri giocatori nel nostro stesso campo, cercando così di rimanere in cima alla classifica. Un peccato, perché qualche funzione in più e qualche obiettivo avrebbero sicuramente giovato.

In ogni caso, si tratta di un gioco semplice ma anche gratuito, e l’unico acquisto pubblicitario che abbiamo notato si trova nella schermata del titolo, e non interferisce con il gioco, rendendo così inutile l’unico acquisto in-app presente che potremo affrontare solo per dare stimolo agli sviluppatori a migliorare, più che per reale necessità. Essendo gratuito, quindi, potete scaricarlo senza alcun problema e farvi una vostra opinione riguardo ad Agar Agar.