EaseUS Data Recovery Wizard, il mago del computer che recupera i tuoi file!

Anche se i nostri iPhone e iPad hanno fatto dei veri e propri passi da gigante in questi anni, l’utilizzo di un computer risulta ancora necessario per utilizzarli al meglio. E non solo perché nonostante tutto manchino ancora delle funzioni fondamentali a questi dispositivi che devono essere necessariamente fatte con un computer, ma anche perché lo spazio disponibile è poco, nonostante gli aumenti costanti.

La maggior parte dei dati, specialmente per necessità professionali, vengono quindi ancora lasciate sul disco fisso del computer. Disco fisso che, però, non è infallibile e a volte può avere a sua volta dei problemi: per questo, si può rischiare di perdere tutti i nostri dati, e nel caso questo dovesse accadere dobbiamo essere pronti a poterli recuperare.

In questo ci può aiutare il il Software di recupero di EaseUS, azienda che si occupa proprio di recupero dati che non sono più recuperabili in altro modo.

I dati possono essere recuperati da una serie di posti diversi, come ad esempio:

  • Lo spazio di allocazione, che è quello spazio dove vanno a finire tutti i file che non sono più presenti nel cestino di Windows;
  • Gli hard disk e le chiavette, insomma tutti i supporti esterni al computer dai quali siano stati inavvertitamente cancellati dei dati;
  • I dati RAW, che sono ciò che rimane di cancellazioni del passato, da cui in certi casi si possono recuperare informazioni importanti;
  • Le partizioni scomparse, che causano la perdita dei dati nel momento in cui il disco fisso viene departizionato.

Tutte queste situazioni sono problemi per cui non c’è altro rimedio se non quello di rivolgersi ad un software di recupero dati esterno.

La soluzione proposta da EaseUS è una soluzione semplice da utilizzare. In pratica, possiamo installare il programma e possiamo dire qual è il problema così da fargli sapere dove deve andare a cercare i dati persi. Per provarne la validità possiamo ricorrere al software di recupero dati gratuito, che è la versione gratuita; ha tutte le funzioni che troviamo in quella a pagamento, se non che in questo caso è possibile recuperare al massimo 2 GB di dati persi, non di più.

In questo modo, però, possiamo essere sicuri che il programma funzioni, anche perché nonostante il limite i dati recuperati possono essere immediatamente utilizzabili di nuovo come se non li avessimo mai cancellati, in precedenza.

Naturalmente è importante ricordare che il ricorso al programma deve essere effettuato quanto prima se vogliamo che il recupero dei dati vada a buon fine. In questo modo saremo sicuri che lo spazio che il computer dedica ai dati cancellati non sia stato sovrascritto da altri dati cancellati in seguito. In altre parole, non possiamo cercare le foto che sono state cancellate due anni fa, ma se eliminiamo una cartella dal cestino e usiamo subito il programma potremo essere sicuri di ritrovare almeno il 97-98% dei dati cancellati.

Questo implica, ovviamente, anche il passaggio immediato alla versione Pro nel caso in cui i dati persi siano maggiori di 2 GB, per un sistema comunque interessante ed utile, che potrebbe diventare di vitale importanza nel caso in cui vi troviate in una delle situazioni che abbiamo menzionato prima.