Stickman Hook: salti senza fine!

In questo articolo parliamo di un nuovo gioco per computer, semplice ma allo stesso tempo molto divertente, che ha come protagonista un acrobata, specializzato in salti con la corda.

Si chiama Stickman Hook, ed è un gioco semplice come base, ma grazie ad un utilizzo della fisica magistrale può diventare piuttosto complesso da gestire. Andiamo a vedere cos’è e come si gioca.

Prima di iniziare, ricordiamo che Stickman Hook si può giocare su Poki gratuitamente.

Stickman Hook: il salto con la corda!

Il gioco, di base, è molto semplice, e per giocare è sufficiente utilizzare il mouse, premendolo e rilasciandolo al momento giusto.

Nel gioco impersoneremo un atleta, che salta con la corda, e dovremo aiutarlo a raggiungere la fine del livello rappresentata da un traguardo a scacchi bianchi e neri.

Il nostro protagonista può fare essenzialmente due cose: dondolarsi con la corda, fin quando non la lasciamo costringendolo a saltare, e rotolare per terra, così da potersi muovere in direzione della gravità.

In giro per i livelli ci sono degli appigli, a cui il nostro atleta potrà attaccarsi. Non potremo scegliere a quale appiglio attaccarci, perché automaticamente se premiamo il mouse ci collegheremo a quello più vicino, rappresentato da un cerchio intorno all’appiglio. Finché terremo premuto il mouse, il nostro personaggio si dondolerà sulla corda in attesa che lo rilasciamo. Il tempo in cui siamo stati sulla corda e la posizione quando lo lasciamo darà lo slancio e farà iniziare il salto, quindi potremo lasciar cadere il personaggio oppure ancorarlo ad un altro appiglio.

In caso di caduta, possono succedere due cose: o cade nel vuoto, e allora saremo costretti a iniziare il livello nuovamente da capo, oppure cade su una superficie solida. Questa può essere rigida, e in questo caso si metterà a rotolare secondo gravità, oppure elastica, che permetterà di spiccare un salto in automatico.

Le regole sono semplicemente queste, ma seguirle e soprattutto riuscire a portare a termine i vari livelli (a parte i primi che fungono da tutorial) non è affatto semplice.

Questo perché bisogna calcolare bene la traiettoria sia dei salti che il protagonista fa quando lascia la sua corda, sia di quelli che vengono fatti in automatico quando lascia la superficie elastica.

Questo significa che in diversi casi mancheremo, magari, il traguardo di soli pochi centimetri ma il nostro stickman inizierà a rimbalzare di nuovo sui tappeti elastici, costringendoci a iniziare nuovamente da capo (anche senza in realtà avere perso).

Il gioco, quindi, non implica solo il ragionamento per pensare a come raggiungere la fine di ogni livello, ma anche una buona previsione della fisica, per riuscire a capire in che direzione andare e, soprattutto, in che direzione andrà il protagonista tenendo conto dei movimenti automatici.

Nel complesso si tratta quindi di un gioco molto divertente, pur nella sua semplicità, che vi invitiamo a provare in particolar modo se vi piacciono i giochi basati sulla fisica: anche grazie all’alto numero di livelli presenti, non rimarrete sicuramente delusi.